Adv

FerroviaÈ passato un anno esatto dalla riattivazione della circolazione ferroviaria sulla linea storica Napoli- Salerno dopo la sospensione dovuta al crollo di Villa Ebouef di Portici, ma sembra certo un nuovo blocco dal 10 giugno al 14 luglio per lavori urgenti da effettuare sulla tratta. La comunicazione è ancora ufficiosa e le date provvisorie, ma le notizie trapelate dall’Assessorato ai Trasporti della Regione Campania, parlano appunto di un blocco di circa un mese per consentire la costruzione di due sovrappassi e adeguare alcune aree della stazione centrale di Salerno, con blocco che verrà attivato da Torre Annunziata Centrale fino appunto a Salerno. Dalle stanze dei bottoni fanno sapere che saranno istruiti servizi sostitutivi con autobus dalla città oplontina a Salerno, ma è chiaro che considerato l’avvicinarsi della stagione estiva e il conseguente congestionamento legato all’aumento del traffico, le navette su strada con autobus di linea non riuscirebbero per tempi di percorrenza e durata del percorso, a fa fronte alla mole di pendolari e turisti che giornalmente utilizzano la tratta per spostarsi nella zona di riferimento. La scelta del periodo per effettuare i lavori non è certamente un caso, probabilmente si vuole sfruttare il periodo di chiusura delle scuole, ma i timori restano quelli di una mancanza di organizzazione con il conseguente allungamento dei tempi di chiusura dei lavori, e i servizi sostituivi con autobus che nel precedete blocco durato oltre un anno e mezzo sono stati carenti e spesso mal gestiti.

Di Giacomo Mennella

L'ho immaginata come un'opportunità per partecipare attivamente alla vita sociale della mia città. Un modo per rielaborare il mio vissuto quotidiano, in un contesto sempre più complesso e preoccupante dove una web community ha il compito sopratutto di "stimolare le coscienze". La mia forza è sempre stata l'indipendenza e la voglia di ricercare forme di inclusione attraverso le quali creare partecipazione, tenendo sempre a mente l'obbiettivo finale da raggiungere: il miglioramento delle nostre attuali condizioni di vita partendo dalle piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.