Adv

tmp_31466-FB_IMG_14500815726271003078017 tmp_31466-FB_IMG_1450081097345404515397 tmp_31466-FB_IMG_1450081103765-1110174574

È stato annunciato a metà ottobre come uno degli interventi più significativi dei lavori di ristrutturazione dell’intero centro urbano di Torre del Greco nell’ambito del progetto Più Europa, che inderogabilmente dovranno giungere a conclusione entro la fine del mese di dicembre 2015, il rifacimento di alcuni arredi della Villa Comunale Vincenzo Ciaravolo di C. V. Emanuele e l’installazione di un ascensore di collegamento tra P.le C. Battisti e la sommità delle scale in prossimità dell’Istituto Nautico C. Colombo. Abbiamo documentato con le foto che sotto riportiamo lo stato d’avanzamento dei lavori che pare procedano con eccessiva lentezza considerando che a quindici giorni dalla scadenza per la consegna è stato praticamente effettuato solo lo scavo che guardando le scale è posizionato sulla destra, dove appunto verrà posizionata l’ascensore, con tanto materiale edile posizionato nelle vicinanze, ma al momento null’altro è stato fatto per non parlare del solito stato di abbandono in cui versa la Villa Comunale oramai da svariati mesi. Come già detto in precedenti occasioni, l’opera è di assoluto valore urbanistico e modello per una mobilità sostenibile della città perché collegherà due zone estremamente popolose e centrali sia per lo shopping che per tutta una serie di servizi presenti in zona, dando la possibilità ai numerosi residenti e sopratutto agli anziani e ai diversamente abili, di superare la barriera architettonica rappresenta dalla scalinata della Villa Comunale, e trovarsi così direttamente in centro città, ma di sicuro servirà anche da valvola di sfogo per i parcheggi posizionati in via M. F. Romano e perché no anche per il parcheggio con sosta gratuita presente a ridosso della stazione delle FS. In merito a quest’ultimo punto restiamo dell’avviso che di sicuro in prima battuta vadano rivisti gli orari di apertura e di chiusura del parcheggio per la sosta perché è estremamente restrittiva dalle 8 alle 20, e soprattutto se davvero lo si vuole utilizzare come punto di raccolta strategico per la sosta a servizio del centro cittadino e dello shopping, vanno studiate misure idonee affinché con collegamenti gratuiti i cittadini possano raggiungere il centro cittadino come ad esempio può essere un servizio navetta di collegamento ma da mettere subito in pratica almeno in attesa che i lavori portino a compimento l’installazione dell’ascensore che si spera avvenga nel più breve tempo possibile.

Di Giacomo Mennella

L'ho immaginata come un'opportunità per partecipare attivamente alla vita sociale della mia città. Un modo per rielaborare il mio vissuto quotidiano, in un contesto sempre più complesso e preoccupante dove una web community ha il compito sopratutto di "stimolare le coscienze". La mia forza è sempre stata l'indipendenza e la voglia di ricercare forme di inclusione attraverso le quali creare partecipazione, tenendo sempre a mente l'obbiettivo finale da raggiungere: il miglioramento delle nostre attuali condizioni di vita partendo dalle piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.