Adv

o raùLa domenica napoletana non è domenica se noi donne napoletane non prepariamo “o’ rau'”.
Di generazione in generazione il piatto napoletano per eccellenza viene portato sulle tavole festose dei napoletani.
Festose, perché a Napoli, specialmente quann se’ magna è una festa.
O’ rau’ tanto decantato da scrittori napoletani.
O’ rau’ filo conduttore della celebre commedia di Eduardo “Sabato Dummenica e Lunnerì”
O’ rau’ la pietanza che fa correre i figli maschi con mogli dalle loro madri: “Pecche’ comme fa’ o’ rau’ mamma’nun o ‘ffa’ nisciun!!!”.
O’ rau’ il cui profumo mattutino, che si spande per la città, ti fa capire che è domenica.
O’ rau’ con ‘e purpett cavar cavar che devono avanzare pur po’ Lunneri’.
O’ rau’ preparato ca a ‘butteglia e pummarol fatta durante l’estate a mo’ di provviste per l’inverno.
O’ rau’ che addora e’ Napoli e della mia terra.
O’ rau’ che io cucino perché la tradizione continui…
Carla Formisano

Di Carla Formisano

Torrese ,emigrata ad Ercolano , Si definisce napoletana doc per amore,passioni e tradizioni.Amante della buona cucina ,di Pino Daniele e di Eduardo de Filippo. "Vedi Napoli , vivici per sempre e poi muori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.