Adv

Finalmente sono partite dal Comune di Torre del Greco le due missive, che di seguito potete leggere nella loro interezza, indirizzate una alle massime autorità dello Stato e l’altra ai parlamentari campani, riguardati l’odg del 3 novembre 2015 approvato dal Consiglio Comunale sul caso Deiulemar. Pare anche che abbiano già avuto gli effetti sperati.
Quello che si chiede a gran voce e con sempre maggior insistenza, è che si indaghi a tutti i livelli attraverso una commissione d’inchiesta ad hoc, che abbia poteri investigativi e di controllo rispetto a tutti gli atti posti in essere dagli armatori condannati, dagli attori coinvolti (Banca d’Italia e CONSOB su tutti) e che si faccia luce sulle omissioni, pare addirittura che gli ex armatori abbiano acquistato immobili dello Stato, e su tutto quanto ha potato a creare questo sistema truffaldino che ha messo in ginocchio un’intera città. Di seguito i testi che riportiamo integralmente per completezza, e che vi rimettiamo perché restiamo convinti che azioni del genere servano a responsabilizzare i governanti affinché trovino al più preso una soluzione che ha tolto il sonno a troppi cittadini, e che al momento non vede una risoluzione vicina.

Di Giacomo Mennella

L'ho immaginata come un'opportunità per partecipare attivamente alla vita sociale della mia città. Un modo per rielaborare il mio vissuto quotidiano, in un contesto sempre più complesso e preoccupante dove una web community ha il compito sopratutto di "stimolare le coscienze". La mia forza è sempre stata l'indipendenza e la voglia di ricercare forme di inclusione attraverso le quali creare partecipazione, tenendo sempre a mente l'obbiettivo finale da raggiungere: il miglioramento delle nostre attuali condizioni di vita partendo dalle piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.