Adv

AucelluzzoMò ch’è ‘o primm’e ll’anno
pure ‘o presepe ‘o sape ggià,
e re Maggi portene a Befana
e l’evre muschio è sureticce.

Che vaggià ddì ca nu sapite ggià
vann’abbuffate e auguri e struffoli,
vanna fatte mangià pure e lenticchie
sarete ricchi, ‘nnammurate e ca salute.

Io ve riche sulamente,
cu nu pizzeche e vucella:
nu cagnate chelle ca site,
site aucelluzze e tanto basta.

Di Biagio Fioretti

Biagio Fioretti nasce a Torre qualche anno fa; era di dicembre e proprio sulla linea di confine tra le due Torre. Manco a dirlo ci fu una gran disputa su chi dovesse trascrivere tanto natale. Vinse il Savoia proprio sulla Turris e tanto fu. L ‘unica certezza sulla quale gli storici concordano, è e fu sulla sua vesuvianità. Scrisse e studió in ragione di quel Vesuvio che amó e odió e ne fece sua dolce ossessione. Vive tuttora e da geologo, continua a sognare le vigne di uva caprettone della sua amara terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.