Adv

Napoli in Azione si stringe attorno ai commercianti e ai cittadini dei Colli Aminei per l’esplosione che ieri sera ha distrutto un esercizio commerciale fronte strada.
Il boato è stato percepito a centinaia di metri di distanza, la deflagrazione è avvenuta in un luogo di passaggio per pedoni e veicoli e solo per un caso non si è assistito ad una tragedia peggiore. Secondo le prime ricostruzioni, l’ipotesi più accreditata e plausibile è quella di un attentato del racket.
“Il quartiere e la città non possono tollerare questi atti che espongono la cittadinanza a gravi rischi, condizionando ancora più duramente le attività commerciali già provate dal periodo di profonda crisi a causa dalla pandemia da Covid-19 in atto, al punto tale da indurre gli esercenti alla chiusura, o peggio nelle mani della camorra.  dichiara Alessandro Basile, coordinatore di Azione per la III Municipalità e membro della Segreteria Provinciale – È giunto il momento di alzare la testa e pretendere una risposta dallo Stato, Napoli non deve più subire questi episodi. Si fa sempre più urgente l’applicazione di sistemi di videosorveglianza, il presidio sempre più radicale del territorio e la massima durezza verso episodi del genere che offendono non solo la nostra sicurezza ma anche la nostra dignità, ostacolando ogni possibilità di sviluppo economico e di riscatto sociale. E’ il tempo che la politica diventi protagonista del contrasto al crimine che affligge la nostra città, con fermezza e senza più nessuna ambiguità. Napoli è più forte di chi la vuole debole!”

Di Redazione

Siamo una community web che fa informazione senza filtri, le nostre news saranno arricchite da testimonianze provenienti direttamente dai territori. Il nostro progetto prevede, infatti, la collaborazione di tanti gruppi territoriali: i cosiddetti "nidi dell’informazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.