Adv

13231139_10154191595538674_144313098_nL’altro ieri (12 settembre 2016)  è stata “presentata” la nuova TAC dell’ospedale Maresca alla presenza della consigliera regionale Loredana Raia con tanto di annunci sui giornali… peccato però che poi la mattina dopo non c’era il radiologo.
Ma com’è possibile vi chiederete? E’ normale che facciano tutte operazioni di facciata, facendo passare la normale amministrazione per atti straordinari e poi manchi il personale? Ebbene, sì.
Anzi, in quest’articolo aggiungiamo una chicca in più.
Ricordate il famoso piano ospedaliero proposto nel decreto 33 che dava al Maresca l’opportunità di ripartire ed eccellere? La bozza dell’atto aziendale che circola in questi giorni (né confermata né smentita ufficialmente ma su cui anche i vertici stanno apportando modifiche e discutendo) prevede, rispetto al decreto 33, l’assenza dei previsti 8 posti di pediatria, solo 4 posti di ortopedia rispetto ai 12 promessi, meno 14 posti di lungodegenza e l’introduzione di 10 posti di reumatologia.
Promesse come al solito non mantenute.

Nel dettaglio: si passerebbe dai 16 di chirurgia generale, 8 di ematologia, 16 gastroenterologia, 20 medicina generale, 24 riabilitazione, 8 terapia intensiva, 16 oncologia, 12 ortopedia e traumatologia, 8 pediatria e 12 lungodegenza del decreto 33 a 16 oncologia, 8 ematologia, 20 medicina generale, 10 Reumatologia, 26 lungodegenza 16 Gastroenterologia, 24 attività riabilitative, 16 chirurgia generale (4 oncologica),  4 ortopedia e 8 assistenza terapia intensiva.
L’Aucelluzzo e il Comitato Pro Maresca

Di Clementina Sasso

...ma un giorno anch'io se mai potrò esplorerò la riva lassù... guarda e vedrai che il sogno mio si avvererà...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.