Adv

da vesuviolive.it
da vesuviolive.it

Grande affluenza registrata nel weekend prima del Natale per le vie del centro cittadino di Torre del Greco, con iniziative organizzate lungo tutto il percorso e partecipazione numerosa di cittadini che hanno invaso le vie dello shopping fino a tarda sera. I giorni che precedono il Natale sono un banco di prova fondamentale per sondare quanto di buono fatto in termini organizzativi da chi di dovere, e possiamo affermare che anche se in affanno ed in ritardo sulla tabella di marcia, si è riusciti ad attrarre tantissima gente anche perché si è creato un percorso e una serie di eventi estesi su tutta la zona di cinta del centro cittadino. I classici mercatini natalizi, il presepe a grandezza naturale e la casa di Babbo Natale a P.zza S. Croce; l’animazione a Via Roma per i più piccini; le diverse mostre con un plauso a quella sul cammeo organizzata presso l’albergo Poseidon perché distintiva delle risorse del nostro territorio, ed infine la novità assoluta con il trenino per i più piccoli che ha fatto da cornice per tutto il weekend percorrendo le strade del centro cittadino. L’agognato cartellone degli eventi alla fine è arrivato, con due notti bianche organizzate una stasera (21 dicembre) con negozi aperti fino a tarda sera e lo spettacolo in Largo Comizi a partire dalle ore 21 di Nello Daniele, Tony Esposito e Luca Sepe e replica il 28 dicembre sempre in Largo Comizi con esibizione di Paolo Belli e Simone Schettino. Creare il clima natalizio non è difficile perché è la festa in sè ad essere molto sentita quindi il trasporto emotivo è assicurato, serve solo tanto impegno per organizzare e riportare interesse sopratutto per le attività produttive che soffrono durante tutto l’anno ed attendono il Natale come momento fondamentale per la ripresa dei consumi privilegiando sempre le attività distintive del territorio e tutto quanto di buono la nostra terra offre.

Di Giacomo Mennella

L'ho immaginata come un'opportunità per partecipare attivamente alla vita sociale della mia città. Un modo per rielaborare il mio vissuto quotidiano, in un contesto sempre più complesso e preoccupante dove una web community ha il compito sopratutto di "stimolare le coscienze". La mia forza è sempre stata l'indipendenza e la voglia di ricercare forme di inclusione attraverso le quali creare partecipazione, tenendo sempre a mente l'obbiettivo finale da raggiungere: il miglioramento delle nostre attuali condizioni di vita partendo dalle piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.