Adv

Confiscato alla criminalità organizzata e acquisito al patrimonio indisponibile del Comune di Torre Annunziata. A stabilirlo oggi la giunta guidata dal sindaco Vincenzo Ascione: il bene in oggetto, un terreno di circa 3.333 metri quadrati sito in contrada Zappella, è stato trasferito all’ente dall’agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. ”Il terreno – spiega l’assessore con delega ai beni confiscati, Lorenzo Diana – potrebbe essere destinato ad agricoltura e orticoltura sociale, con attività manuali che possono portare benefici sia in ambito educativo sia a persone che si trovano in condizioni di disagio socio-economico. Oppure, in alternativa, potrebbe essere trasformato in un polo per le attività sportive fruibile dall’intera cittadinanza”. ”Nelle prossime settimane – conclude Diana – attiveremo una manifestazione d’interesse e valuteremo le proposte che ci perverranno, per poi procedere, in seguito, all’assegnazione del bene confiscato”.

Di Gaetano Magro

Nasce a Torre Annunziata " rint i saittell " del quadrilatero delle carceri. Subito nel suo quartiere acquista notorietà per essere l'unico bambino con il basco e la camicia di forza. Dopo una lunga militanza all' interno dei Boy Scout appende il fazzolettone al chiodo e si dedica alla conquista del mondo. Dall' eta di 14 anni frequenta l'ambiente associativo e i gruppi parrocchiali fino quando Aucelluzzo non lo prende sotto la sua ala protettiva e gli indica la retta via. Si laurea all' universita della strada con 110 lode e pomiciata accademica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.